I CONCERTI DA CAMERA DELLA CAMU – Domenica 30 gennaio ore 17.00 PASSIONI VOCALI

I CONCERTI DA CAMERA DELLA CaMu – CASA DELLA MUSICA

In collaborazione con Comune di Arezzo, Fraternita dei Laici, Fondazione Guido d’Arezzo, Calcit, IC IV novembre

 

Domenica 30 gennaio ore 17.00

PASSIONI VOCALI

Silvia Vajente e Claudia Vigini, soprani

Niccolò Nardoianni, pianoforte

Musiche a cavallo dei tempi,

fra Seicento e Novecento

 

SILVIA VAJENTE, soprano aretino si è diplomata in canto lirico presso il Conservatorio Martini di Bologna, poi perfezionatasi con Serra, Desderi e per la prassi esecutiva antica con  Savall, Feldman e Banditelli. Musicista eclettica: oboista professionista fino al 2000, laureata in musicologia a Cremona, diplomata in direzione di coro presso la Scuola superiore per direttori di coro della Fondazione Guido Monaco di Arezzo.

In attività come cantante solista a livello internazionale. Il suo repertorio spazia dal barocco alla musica contemporanea. La sua passione per la musica antica l’hanno portata a collaborare con diversi gruppi specializzati nella musica barocca (Modo antiquo, l’Orchestra Barocca di Bolzano, L’Arte dell’Arco, Il canto di Orfeo, La Sfera Armoniosa, La Venexiana, Orchestra Barocca di Bologna, Il Rossignolo, Epoca Barocca, L’Aura Soave, Cappella Artemisia) cantando presso festival importanti come il Festival Monteverdi di Cremona (dove ha cantato come soprano solista con le altre Emma Kirkby), Folle Journée-Harmonie des Nations, Festival Fränkischer Sommer, Festival Internazionale “Da Bach a Bartok” di Imola, Pergolesi Spontini Festival di Jesi, Festival Opera Barga, AltstadtherbstFestival di Dusseldorf, Settembre Musica del Teatro della Pergola di Firenze, Festival Musica Antiga al Palau de L’Abat di Valencia (Spagna), BolognaFestival, Stagione della Scuola Normale di Pisa, Festival di S. Maurizio Musica e Poesia (Milano), Festival di Potsdam-Sanssouci (Germania), Festival Contemporaneamente Barocco di Siena, Settimane Musicali dellOlimpico di Vicenza, Festival Barocco di Viterbo, Sagra Musicale Umbra, Musik Festival di Brema, Festival Galuppi di Venezia, Festival Barocco di Roma. Nel 2004 ha vinto presso il 1 ° Concorso internazionale di canto barocco F. Provenzale a Napoli e nel 2006 presso il Premio Bonporti, IX edizione del Concorso Internazionale di Musica da Camera per strumenti antichi, a Rovereto, in duo con il clavicembalista G. Barchiesi.

Ha debuttato in opere e oratori di Rossi, Cavalli, Haendel, Pergolesi, Piccinni, Scarlatti, Vivaldi, Galuppi, Rossini, Ravel, Britten, rappresentate in teatri italiani e stranieri. Ha cantato Pierrot lunaire di A. Schoenberg al 35° Cantiere Internaz d’Arte di Montepulciano, Siena; ha eseguito diverse prime assolute di autori contemporanei; nel 2019 canta Folk song di Berio al Misa Festival di Shangai (Cina). Ha registrato  per RAI5 (nel giugno 2015, per la trasmissione “inventare il tempo”, a cura di Sandro Cappelletto, ha interpretato il Lamento di Arianna di C. Monteverdi accompagnata da Modo antiquo), ha inciso come solista  per KiccoMusic , Bongiovanni, Tactus, Brilliant Classic, Ludi Musici, CPO.

Affianca da anni alla sua personale carriera solistica quella didattica, che conduce con eguale passione e cura. Ha insegnato per 10 anni canto lirico presso l’Istituto di musica di Montepulciano (SI); attualmente è docente del triennio di canto presso Casa della Musica di Arezzo per Scuola di Musica di Fiesole, di tecnica vocale alla Scuola superiore per direttori di coro della Fondazione Guido d’Arezzo; ha insegnato  canto e storia della musica al Liceo Musicale di Arezzo. Lavora anche come vocalista di cori polifonici. E’ ideatrice e conduttrice di Recicanto, laboratorio sperimentale di sensibilizzazione all’opera lirica per bambini e adulti. Collabora come docente di canto e direttore di coro con  la scuola di musica Le7Note con cui ha realizzato laboratori musicali sperimentali e di tipo inclusivo presso la sez Soci Unicoop di Fi ad Arezzo e presso l’IC IV novembre di Arezzo.

Ha fondato  e dirige VisCantus,  ensemble  vocale nella cui attività confluiscono gli allievi di canto del triennio CaMu per la loro formazione corale. E’ direttore artistico dell’omonima associazione culturale, convenzionata con la Casa della Musica di Arezzo.

CLAUDIA VIGINI, soprano. Nata a Trieste, avviata giovanissima alla musica e al canto corale, ha studiato violino, direzione di coro e canto perfezionandosi con maestri quali W.Matteuzzi, R.Resnik, C.Desderi, J.Feldmann, F.Scaini. Consegue la laurea triennale in Canto (indirizzo lirico) al Conservatorio “G.Tartini” di Trieste e il Biennio specialistico di Musica vocale da camera, con il massimo dei voti, nella classe di Leonardo De Lisi al Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze.

A lungo cantante e assistente alla direzione della Cappella Civica del Comune di Trieste, è attiva in Italia e all’estero con un repertorio che spazia dal barocco alla musica contemporanea, a spettacoli di racconti e musiche popolari in lingua originale, alla musica sacra fino all’opera lirica. Ha debuttato con il “Don Giovanni” di Mozart (Donna Elvira) con l’Opera Giocosa del Friuli Venezia Giulia, cantando poi in diverse produzioni teatrali tra cui il “Flauto magico” (Pamina) a Trieste in una produzione del Teatro Stabile; ha collaborato con diverse formazioni corali tra cui l’Ente lirico di Cagliari ed il coro del Friuli – Venezia Giulia.

Predilige il Lied e la musica da camera, invitata a Festival e stagioni concertistiche, ha cantato per il Maggio Musicale Fiorentino, il Festival Organistico di Treviso, il Mittelfest di Cividale, Organum Histriae (Slovenia e Croazia), la rassegna 40 concerti nel giorno del Signore a Roma, il Revoltella Estate, il festival di Organi antichi di Bologna e altri, collaborando con prestigiosi solisti.

Studia musicoterapia presso la Scuola Quadriennale di Assisi, da qualche anno vive in Toscana, vincitrice di concorsi a ruolo per Musica nella Scuola Secondaria di primo e secondo grado e per la classe di Esecuzione e interpretazione (canto) per il Liceo musicale, insegna Canto e Laboratorio di Musica corale presso il Liceo Classico Musicale F.Petrarca di Arezzo.

NICCOLO’ NARDOIANNI,  nasce ad Arezzo il 1 aprile 1987 ed inizia lo studio del pianoforte a sette anni nella scuola del M. Fabio Bidini. Prosegue gli studi con il Maestro Alessandro Tricomi e si diploma nel 2009 presso l’Istituto Musicale Pareggiato P.Mascagni di Livorno sotto la guida del Maestro Daniel Rivera con il massimo dei voti e la lode.

Si perfeziona con numerosi Maestri tra i quali Piotr Lachert,Ivan Collini,Jeffrey Swann e Piernarciso Masi.

Si è distinto in vari concorsi Nazionali e internazionali,tra cui: Concorso “Liburni Civitas” 2000(1 premio assoluto),Concorso “Enrico Zangarelli” 2001(1 premio),Concorso “Riviera Etrusca” 2001(1 premio assoluto),Concorso Menicagli 2002(1 premio),Concorso Campi Bisenzio 2002 e 2005(1 premio;1 premio assoluto),Concorso “S.Giovanni Teatino” 2004(2 premio assoluto),XVIII concorso “Riviera della Versilia” 2009(1 premio),concorso “Il mio concerto” 2010(1 premio),concorso internazionale “Nuovi Orizzonti” 2011 e 2012(2 premio;2 premio).

Nel 2012 frequenta il corso da Maestro collaboratore presso l’Accademia Spazio Musica tenuto dal M.Daniele Agiman e la soprano Gabriella Ravazzi.

Nel 2013partecipa al corso da Maestro collaboratore organizzato a Busseto per i festeggiamenti del bicentenario Verdiano e lavora come Maestro di sala e di palcoscenico nell’allestimento di “Luisa Miller” nei teatri di Busseto,Piacenza,Ferrara e Ravenna sotto la regia del baritono Leo Nucci e la direzione del M.Donato Renzetti.

Nel 2014 frequenta il corso da Maestro Collaboratore nell’”Accademia di bel canto Cubec” di Modena della soprano Mirella Freni sotto la guida della M.Paola Molinari e contemporaneamente si perfeziona presso la Regia Accademia Filarmonica di Bologna studiando con solisti e cameristi di fama mondiale tra i quali Giuseppe Fausto Modugno,Francesco Cipolletta,Maurizio Baglini,Gisella Curtolo,Alessandro Carbonare,Silvia Chiesa e Quartetto di Cremona.

Affianca l’attività di insegnamento e di Maestro collaboratore a quella concertistica esibendosi da solista e in diverse  formazioni cameristiche in Italia e all’estero.