OSMANN GOLD orchestra Jazz

OSMANN GOLD – ORCHESTRA JAZZ

La Scuola di Musica Le 7 Note promuove e sostiene l’orchestra jazz OSMANN GOLD….

OsmannGold è un’ensemble di dieci musicisti uniti nella vita e nei loro percorsi musicali. Il sound di Glenn Miller, Duke Ellington e Louis Armstrong rappresenta la nostra scommessa artistica, ovvero riproporre i “Grandi classici dello swing”. Il progetto vede la collaborazione di professori d’orchestra, solisti classici, jazzisti e compositori che collaborano da anni su più fronti musicali legati dalla passione per la musica. È proprio questa passione che costituisce il punto di forza del gruppo e che permette di diffonderla ad un pubblico eterogeneo. L’Ensemble dal suo debutto nel febbraio 2016, ha collaborato con diverse compagnie di ballo. Questa integrazione ha dato vita ad una prima idea di spettacolo completo. Un innovativo utilizzo e accostamento di strumenti ha permesso di ricreare il suono delle grandi Big Band tradizionali. Da qui nasce la possibilità di rappresentare spettacoli di vario genere per organico ridotto, a seconda dell’occasione. La formazione, avendo al suo interno figure musicali diverse quali arrangiatori, solisti e professori d’orchestra che da tempo suonano insieme, può all’occorrenza accompagnare “Special Guests”. In passato i componenti hanno già avuto collaborazioni con artisti del calibro di Stefano Bollani, Bruno Tommaso, Roswell Rudd, Gianni Coscia etc. Appuntamenti culturali, percorsi didattici, interazioni con altre Arti e collaborazioni con cantanti ed artisti ospiti si propongono per fare interagire un pubblico di diverse origini e culture attraverso il linguaggio dell’arte e della musica in particolare.

OSMANN

 

Organico

 Trombe: Marco Nesi, Stefano Pratesi

Flicorno soprano: Luciano Fiorello

Trombone: Fausto Antonini

Clarinetto: David Micheloni

Sassofoni: Andrea Coppini, Filippo Grassi

Pianoforte: Andrea Rinaldi

Contrabbasso: Michele Staino

Batteria: Marcello Nesi

Direzione e arrangiamenti: Andrea Coppini, Marcello Nesi, Marco Nesi, Andrea Rinaldi